lunedì 15 giugno 2009

La gonna a corolla

Le altre puntate:



Ecco il secondo video! Già siamo a buon punto! La gonna è tagliata, assemblata, la posso provare, faccio delle piccole correzioni e poi la cucio.



Ho usato due stoffe di cotone americano in coordinato. Sono alte 110 cm e ne ho presa 70 cm. Ci entrano giusti giusti 5 teli in ciascuna delle due e avanza una piccola striscia. La lascio opportunamente da parte, che poi torna utile per la fascietta in vita. Ecco gli schemi per il taglio:



Stoffa bordeaxStoffa rosa

Faccio attenzione a lasciare 3 cm di margine in corrispondenza della cerniera lampo su due teli. Nella prossima puntata farò vedere come ho inserito la cerniera coperta da un lato.

Per l'orlo della gonna ho aggiunto solo 1,5 cm di margine perchè poi andrò a fare il bordino in contrasto. In alternativa, per un orlo tradizionale, c'è da considerare che la linea dell'orlo è molto curva e quindi nel ripiegare indentro la stoffa questa tenderà ad arricciarsi, non conviene quindi superare i 3 cm. Anche per questo ci sarà il video :)



Ho usato il punto festone della macchina da cucire per fare le impunture. Lo trovo adorabile in questo tipo di lavori che hanno un gusto un po' patchwork.
In ogni caso, anche volendola fare con un semplice punto dritto trovo che l'impuntura sia fondamentale per le gonne a teli. Apre bene le cuciture ed evita che tutta l'ampiezza dell'orlo si concentri in coincidenza delle cuciture. Bisogna provare per capire!

19 commenti:

vio-yersinia ha detto...

ma per forza serve l'imbastitura? io non penso esser in grado di modificarla dopo, sarebbe già tanto che mi venga decentemente se indossata...

DENI ha detto...

Grazie Daniela di questo bellissimo video ... Come sempre tue spiegazione sono sempre belle e dettagliate.... Sei tropo brava....Grazie di nuovo ..
Abbraccio
DENI

Daniela ha detto...

Ciao Vio,
si l'imbastitura è indispensabile. Come ho scritto se vuoi puoi prendere un cartamodello pronto oppure farlo con mylabel, in quel caso hai tutti i teli diversi e la gonna ti "dovrebbe" stare bene senza nessuna modifica.

Con questo sistema il telo è uguale avanti e dietro e quindi va adattato addosso. L'effetto sennò è quello di avere il sedere davanti ;)

Ti assicuro che quando te la provi lo vedi subito dove la vuoi modificare. Basta pochissimo per ogni cucitura.

Ciao
D.

Daniela ha detto...

Grazie Deni!

Non ti nascondo che ormai aspetto con ansia il tuo commento. So sempre che arriverà... e in genere entro mezza giornata! Sei una certezza!

Come va? Mi hai detto che la casa ti tiene parecchio impegnata. Sei riuscita a dedicarti un po' alle tue cose?

Un abbraccio
:D

Tiziana ha detto...

cara Daniela dopo aver finito alcuni lavori di cucito creativo e direi impegnativo farò senz'altro questa gonna ma tusei troppo brava pure nelle spiegazioni,sembra tutto facile con te,vedremo perchè non sempre le mie mani eseguono cio' che gli viene detto!!!!!!
grazie.....ormai i comuni complimenti con te sono poco

Daniela ha detto...

Mi hai fatto tanto ridere! Grazie!
D.

Maria Teresa ha detto...

Molto interessante! Non pensavo che usassi il cotone per fare questa gonna; l'impuntura a punto festone è bellissima.
Una curiosità solo teorica: cosa succederebbe se tagliassi i teli in sbieco?
non ho ancora capito che differenza c'è nel tagliare una gonna svasata in sbieco rispetto al drittofilo...
Complimenti per le tue spiegazioni!
Grazie.

Daniela ha detto...

In effetti si possono usare tanti tipi di tessuto... praticamente qualsiasi cosa.

Con il cotone rimane molto fresca, che è proprio quello che mi interessava. Naturalmente ha un aspetto romantico, informale... però è ordinata e composta e va bene per l'ufficio.

Inoltre il cotone americano ha una qualità favolosa. E' liscissimo al tatto e tiene benissimo la piega. Anche dopo averla usata non si deforma neppure un po'.

Il taglio sbieco non serve con questa gonna... ti fa sprecare stoffa e te la deforma un po' secondo me.

E' indicato quando vuoi fare pochi tagli e vuoi ottenere comunque una buona vestibilità. Ti permette di eliminare qualche pince. Io lo uso spesso con le sete sottilissime, gli chiffon ad esempio...
Inoltre la stoffa deve cedere bene sullo sbieco se vuoi usarla così.

Capiterà di parlarne.

Ciao
D.

Elena ha detto...

ma gli stringimenti totali sulla vita davanti non sono in fondo le pinces che vanno a finire distribuite sui tagli praticamente?
bel progettino molto sfizioso come ci voleva in questa stagione e molto carine le cotonine americane anche io me ne farò una con cotonina di sicuro molto estiva!
bacioni e grazie
Elena

DENI ha detto...

Ciao Daniela... eco mi ... oggi sono stanca morta qua da noi chi sono 36 gradi dio mio si scoppia del caldo e pure non dovrei lamentarmi o visto che vivo 20 metri dal mare.... Non chi credi ma proprio oggi o finito un vestito e domani lo metterò nel mio blog... Stasera sono andata a cena e lo dovevo subito indossare.. hehehehehhe... E carino lo fato con avanzi del tessuti che ormai o da anni nel armadio... Grazie mille dell libri ,come sai lo ordinati subito tutti due e sono carini da morire... Costano poco e davvero sono utili.... Da te sto imparando un sacco di cose, come sai io non mi accontento mai voglio ogni giorno che passa imparare sempre di più........ Come sempre ti ringrazio tanto del tua gentilezza e disponibilità.....
UN grande abbraccio
DENI

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela! Mi chiamo Dorothy. Da poco ho scoperto il tuo sito. Anch'io sono una sarta e modellista appassionata. Seguo attentamente quello che fai. Sicuramente mi rifarò risentire con qualche mio progetto già fatto. Io sperimento molto . Comunque mi piace quello che fai. Sono consiglio molto professionali e seri. Cordiali saluti. A dopo Dorothy.

Sara ha detto...

Ciao Daniela!
Ho scoperto da non molto il tuo blog e ho provato a realizzare già 3 dei tuoi progetti tra cui questa gonna a teli. Io però ho scelto la viscosa: due stoffe con gli stessi colori ma una a fantasia fiorale e l'altra a righe irregolari. Per ora è solo imbastita ma la prova è davvero soddisfacente!!
Qualche anno fa ho frequentato un corso base di taglio e cucito dove ho imparato a disegnare e confezionare gonne, pantaloni, vestiti e qualche rudimento di camicie e ho trovato sul tuo blog dei consigli davvero illuminanti!!!
Complimenti!!
Sara

mariarca ha detto...

ciao dany davvero bello questo progetto mi piace perchè quando fa tanto caldo non si sa mai cosa indossare brava brava ciao ciao a presto

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela, complimenti per il tuo blog. Ho frequentato due corsi di le GRAN CHIC con una sarta molto brava. Ho realizzato diverse gonne e pantaloni. Nel secondo corso ho confezionato 2 giacche. Mi piace molto cucire e anche i tuoi consigli mi saranno molto utili. Ciao Lilli

Anonimo ha detto...

Troppo carina la gonna con queste stoffine!
finora non ho mai pensato di usare il cotone americano per vestire, mi andrebbe troppa stoffa viste le misure! Comunque se ti avanzano dei pezzetti non buttarli, dài un occhiata al blog di patchwork pottery, a me si è aperto un mondo!
mery

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela, forse lo conosci già, ma vorrei segnalarti ugualmente un sito americano, dove trovare molti spunti per abbellire i capi e tecniche particolari. Io l'ho trovato molto interessante! ci sono nozioni anche per tagliacuci.
il sito è: http://www.sewingwithnancytv.com/
Mery

http://lutacreations.blogspot.com/ ha detto...

sono passata per caso di qui e devo fare i complimenti a questo blog, e' utilissimo e ben fatto!!!!

Claudio dal Trentino ha detto...

Ho visitato per la prima volta il tuo blog e ho guardato quasi tutto!!! Sei molto brava, precisa, chiara nelle spiegazioni. Purtroppo quasi tutto riguarda il mondo femminile. Per noi maschi interessati alla sartoria maschile non si trova nulla. Io abito in Trentino, ad Arco per la precisione, vicino al Lago di Garda, e non riesco a trovare un insegante di sartoria maschile. Molte sono le sarte che fanno ancora lavori a casa ma nessuna si vuole cimentare nell'insegnare quella maschile. Mi dispiace molto. Comunque dal tuo blog ho capito una cosa: la mia vecchia Usquarna la devo sostituire con una nuova e accessoriata macchina da cucire, moderna e magari elettronica. Grazie e complimenti!! Ciao a tutte/i Claudio

Anonimo ha detto...

Buongiorno, mi chiamo Lucy.
Abito a torri del benaco, vorrei sapere dove potrei fare dei corsi di cucito sul lago di garda.. per favore rispondetemi e se sapreste dirmi anche quando iniziano o se sono già iniziati ma l'importante è il "Dove" si fanno questi corsi che non siano molto lontani, come ho detto prima sul lago di garda.
Grazie mille a tutte/i.
Buona giornata

Posta un commento

Grazie per voler inserire un commento! Ci tengo molto!

Un saluto
Daniela