venerdì 19 dicembre 2008

Un modello semplice per un tessuto difficile... la maglina

Le altre puntate



Oggi inizia questo corso di 5 puntate dedicato alla realizzazione di una maglia blu molto semplice ma non per questo priva di stile.

Il tessuto con cui la realizzo è una maglina di angora e lycra molto sottile, morbida ed elastica sia in verticale che in orizzontale (bielastica). Purtroppo è un po' mortificata in video ma toccarla ed indossarla è un vero piacere.

Questa stoffa dà grande soddisfazione poichè gli indumenti che ci si realizzano stanno generalmente molto bene indosso e diventano velocemente i preferiti del nostro guardaroba. Tuttavia è generalmente considerata "difficile" poichè necessita di molte accortezze durante la lavorazione.

In questo breve ciclo farò vedere i tanti accorgimenti che uso per lavorarla al meglio senza problemi.

Il primo consiglio, che tratto in questo video, è quello di scegliere bene il modello.
Sembra una considerazione banale... ma non lo è assolutamente.

Quando il tessuto è così elastico non ha importanza che il modello sia particolarmente sagomato perchè si adatterà comunque al corpo.

Sono da evitare i cartamodelli con troppi tagli che oltre ad essere una inutile complicazione possono compromettere la buona riuscita del lavoro. Il tessuto infatti è molto morbido quando è in strato singolo ma diventa un po' più sostenuto quando si fanno le cuciture e le impunture. Questa differenza di "peso" può creare un effetto ondulato molto brutto. Questa semplice regola è valida per i tagli verticali ma ancor più per quelli orizzontali. Le cuciture verticali infatti tendono ad essere naturalmente distese dall'effetto di gravità mentre quelle orizzontali non ne traggono alcun beneficio.

Qualora decidiamo comunque di realizzare dei tagli orizzontali è il caso di prevedere un sistema per prevenire eventuali difetti ad esempio una striscia di pizzo elastico, un nastrino o un risvolto che aiutino a coprire la cucitura. Se neppure questo è possibile allora gli unici consigli sono di aggiungere non più di 1/2 cm come margine di cucitura e di non fare impuntura.

Il cartamodello inoltre deve essere molto affidabile. Dobbiamo avere fin dall'inizio la certezza che non saranno necessarie modifiche importanti dopo la prova indosso. Tutte le cuciture elastiche infatti sono difficili da scucire. A maggior ragione se si dispone di una macchina overlock, durante la cucitura il tessuto in eccesso viene tagliato via e non sarà in alcun modo possibile allargare il capo.

Proprio per questo motivo in questo video uso il programma di modellistica MyLabel che permette di realizzare il cartamodello su misura. Creo un manichino virtuale che riproduce con fedeltà la mia conformazione fisica. Successivamente seleziono il modello che ho scelto e questo viene automaticamente sviluppato sulla base delle mie misure. Posso decidere di apportare alcune modifiche per regolare l'aderenza della maglia o allungarla se necessario.
Al termine stampo il cartamodello con una normale stampante domestica (formato A4) e unisco i fogli con lo scotch. Volendo è anche possibile stampare il cartamodello in copisteria direttamente in grande formato.

In generale per le maglie io preferisco sempre partire dal cartamodello di una semplice T-Shirt che non ha tagli nè verticali nè orizzontali. Ovviamente poi lo elaboro secondo i miei gusti per dargli un po' di stile.





Per le taglie grandi, soprattutto quando è il seno ad essere abbondante, può essere utile iniziare da un modello di tunica. La principale differenza sta nel fatto che la tunica ha le pinces per il seno e la t-shirt no.

Per regolare il "fit" cioè la vestibilità del capo io mi sono regolata così rispetto alle misure del corpo:
  • incavo manica 1/2 cm in più
  • giro seno 4 cm in più
  • giro vita 11 cm in più
  • giro fianchi esatto
Questa è una scelta che bisogna fare in base alla propria conformazione e al proprio gusto. Per quanto mi riguarda trovo che le mie "morbidezze" stiano meglio dentro ad una maglia comoda che non dentro ad una che mi strizza.

Nella prossima puntata vi farò vedere come ho modificato il cartamodello per renderlo più femminile.

A presto
Daniela

22 commenti:

giornalino_ornago ha detto...

Ciao e grazie per tutti i tuoi suggerimenti. Trovo utilissimi i consigli sull'uso della maglina, e soprattutto sulla necessità di tagli semplici.

Ho provato ad ascoltare la tua lezione, ma le parole si sentono poco, nascoste dalla musica.

Ciao

Daniela ha detto...

Ciao,
mi sono allarmata alla tua considerazione sull'audio ed ho chiesto a qualche persona amica di controllare sui loro pc. Tutti mi dicono che la voce è chiara e la musica molto bassa. Forse hai qualche impostazione sbagliata sul tuo pc o le cuffie sono danneggiate? Mi dispiace, non so cosa fare.

Qualcun'altro mi può dire come si sente?

Grazie
D.

Anonimo ha detto...

Cmplimenti Daniela, le spiegazioni sono sempre chiare! Io non mi sono mai azzardata ad usare la maglina, perché ho una macchina da cucire normale, che fa lo zig zag + zig zag cucito, e ho paura che la stoffa si bucherebbe. Aspetto le prossime puntate!
Ciao, e auguri!
Orsetta

giornalino_ornago ha detto...

Oggi ho riascoltato il tutto e non c'è nessun problema.
... questi pc!

Complimenti ancora per il tuo lavoro
Ciao
Mari

Paola ha detto...

Ciao Daniela,
Sicuramente non ti ricorderai ma ci siamo conosciute allo stand della Bernina in fiera a Vicenza....sei formidabile, aspetto con ansia di vedere le altre puntate!
Ho il My Label anch'io perciò questa bella maglia la voglio proprio realizzare!!
Baci e auguroni di buone feste!!!
Da pochissimo ho un blog e questo è il mio indirizzo: http://lastanzacreativadipaola.blogspot.com se ti va mi farebbe molto piacere inserire un link di collegamento al tuo sito! fammi sapere!!

Daiana ha detto...

Intanto volevo dirti grazie! Finalmente grazie al tuo blog sono riuscita ad imparare a cucire... o meglio sto imparando a cucire. Avevo una curiosità sul programma che hai usato il modello (My label) dove si può acquistare e il costo indicativo. Grazie

Daniela ha detto...

Paola,
ho guardato la foto sul blog. Certo che mi ricordo di te... come no! Non sono forte con i nomi, ma non dimentico mai i visi.

Ho anche visto i tuoi lavori, hai un sacco di fantasia complimenti. Sono tutti molto precisi. Sei brava!

Per il link... ovviamente non posso che ringraziarti tanto. :) Io ti segnalo all'Open Search Directory.

A presto
D.

Daniela ha detto...

Daiana,
sono felice che a qualcuno sia utile quello che faccio. Non sai che soddisfazione. :)

Per i rivenditori guarda sul sito bernina, e per il prezzo chiedi a loro.

Ciao
D.

Anonimo ha detto...

ciao Daniela, mi chiamo Sonia e volevo farti davvero tanti complimenti per le tue lezioni (preziosissime per un'imbranata come me!)
ogni volta che le vedo mi viene una gran voglia di cucire, fai sembrare ogni cosa molto semplice, e poi spieghi davvero bene.
ancora brava, brava e brava!
alla prossima :-)

kiara ha detto...

Bello grazie per le spiegazioni.. colgo l'occasione per augurarti un felice e sereno natale...
Chiara

yersinia-violeta ha detto...

forse se continuo a leggerti prima o poi ci proverò a farmi un qualche capo d'abbigliamento!!
per il momento come ben sai le borse hanno la precedenza!
la scelta della parola " morbidezze" mi è piaciuta un sacco, io son poprio piena di quelle! non vedo l'ora che arrivino i consigli pratici!

Anonimo ha detto...

ciao ho delle domande da porti oltre a tantissimi complimenti!!!

io ho una macchina da cucire classica come faccio a cucire qualcosa di elastico che non si rompa?rispondi ti prego questo è il mio grande cruccio

dove si prende quela fantastico programma'

Daniela ha detto...

Spero di aver risposto alle tue domande con l'ultimo video che ho pubblicato, il terzo, su come tagliare e cucire la maglina. Anche io ho una macchina tradizionale con i punti elastici. Non si tratta di una taglia e cuci.

Il programma lo puoi trovare dai rivenditori di macchine da cucire che vendono Bernina. In alternativa puoi contattare il distributore italiano che è Del Vecchia.

A presto
D.

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela complimenti ancora sei bravissima, hai le istruzioni in italiano di My Label ?
Grazie
Francy

Anonimo ha detto...

ciao!mi piace un sacco il modello della tunica che hai messo...ma dove la posso trovare?
vorrei farla senza le modifiche,così com'è!
complimenti per il sito,è bellissimo!

valeria ha detto...

CIAO DANIELA...TI PREGO RISPONDIMI....COME POSSO FARE PER ACQUISTARE IL PROGRAMMA DI MODELLISTICA "MYLABEL"? CIAO....ASPETTO CON ANSIA UNA TUA RISPOSTA! VALERIA

Daniela ha detto...

Ciao Valeria,
devi andare da un rivenditore di macchine da cucire Bernina.

Un abbraccio
D.

Silvia ha detto...

Si puo' comprare anche online e farselo spedire. Ad esempio ho trovato questo sito
http://www.sewingworld.co.uk/Bernina_My_Label_3D_Pattern_Software.html
Il programma di modellistica My Label esiste solo in inglese per ora.

Bianca ha detto...

Ciao e tanti complimenti volevo sapere se con il programma è possibile sviluppare le tg e stampare ad esempio una maglia in diverse misure ciao e grazie e ancora tanti complimenti.

Nico ha detto...

Ciao complimenti per le istruzioni molto tecniche!! :)
Posso chiederti dove si possano trovare cartamodelli per maglie/t shirt da uomo?

samy ha detto...

Meno male che ho trovato un blog che spiega come usare My Label non ci cpivo molto perchè è in Inglese ma adesso lo usero con più sicurezza.
Grazie Daniela

Barbara Machetti ha detto...

Ciao Daniela, le tue spiegazioni sono eccezionali ed una manna dal cielo x me! Sono disoccupata da un anno e x risparmiare ho pensato di cucirmi qualche capo estivo. Nonostante moltissimi anni fa abbia frequentato un corso serale di modellismo non ho mai cucito e mi rendo conto che non so fare niente; pur seguendo Burda mi fermo continuamente incerta su come procedere. Vorrei farti alcune domande e spero potrai aiutarmi. Ho deciso di confezionare la gonna con nodo davanti a pag.64/65 su BurdaStyle di Maggio N.5/2013. Ho scelto un jersey di misto viscosa morbido ma abbastanza sostenuto da risultare coprente. Leggendo la rivista mi sembra che la spiegazione sia x un capo fatto a doppio strato mentre il mio tessuto va usato singolo, hai consigli su come rifinire i vari teli nel mio caso? L'originale è bello proprio perché non si vedono orli e cuciture nella parte annodata restando tutto all'interno dei 2 strati!! Inoltre è la prima volta che lavoro il jersey, ho visto più volte il tuo fantastico tutorial per il top e vorrei acquistare almeno il cutter a rotella, hai suggerimenti per modello/dimensioni? Ho cercato in internet, ce ne sono moltissimi e non so quale scegliere. Inoltre per il piano di taglio, è una cosa necessaria? Sto cercando di risparmiare e vorrei acquistare solo ciò che è necessario ad aiutarmi a raggiungere un buon risultato. Grazie infinite per ogni tuo suggerimento e spero che altre inesperte come me potranno usufruire della tua spiegazione e perdonarmi se sono stata un po' lunga. Un caro saluto. Barbara

Posta un commento

Grazie per voler inserire un commento! Ci tengo molto!

Un saluto
Daniela