giovedì 25 settembre 2008

Il corso super principianti - Regolare la tensione del filo

Le altre puntate



Una puntata veloce veloce per imparare una delle cose che fa veramente la differenza tra chi sa gestire bene la propria macchina da cucire e chi si accontenta.

La regolazione della tensione del filo è importante perchè conferisce ai punti una bella forma e soprattutto la maggiore robustezza possibile.

Una valore troppo basso causa la presenza di cappi di filo sul retro del lavoro. Poichè il filo di sopra non è abbastanza teso allora il filo di sotto rieste a tirarlo in basso e a farlo fuoriuscire dalla stoffa. Anche la forma dello zig zag e di tutti gli altri punti ne risulta compromessa.

Un valore troppo alto causa gli stessi problemi ma sul lato superiore della stoffa. In questo caso i cappi di filo non sono mai così evidenti come nel caso precedente. Conviene quindi fare le prove con lo zig zag con cui invece il problema risulta ben evidente.

Una tensione ottimale permette che i fili, superiore ed inferiore, si intreccino proprio allo stesso livello della stoffa e che lo zig zag sia ben formato da entrambe i lati.

Non è detto che la tensione ottimale sia sempre ad un valore intermedio. In alcuni casi può essere necessario dover spostare la rotella da questo valore: quando si usano fili di diametro diverso tra sopra e sotto, con l'ago doppio e con alcuni punti decorativi.

Inoltre... (piccola kikka)... quando si sa di dover sfasciare una cucitura, conviene allentare completamente la tensione del filo. Così sarà sufficiente tirare il filo di sotto da un estremo per veder sparire la cucitura senza uso di forbicette e senza impazzimento.

Infine, periodicamente, conviene controllare che la tensione del filo di sotto sia buona. Lasciando sospesa la capsula per il filo, questa deve rimanere sospesa ma non incastrata. Con un movimento brusco della mano infatti si deve srotolare un po' di filo.

Chi ha esperienza può regolarsela da sè ruotando la vite che sta sulla molla della capsula. Altrimenti è il caso di chiedere al rivenditore di farlo, tanto è una cosa che va aggiustata molto di rado.

A presto
Daniela

49 commenti:

Elena ha detto...

Anche se queste sono cose che conosco bene fa sempre piacere ed è utile rinfrescarsi la memoria! molto ben fatto questo filmato, ora non ci manca altro che aspettare uno dei tuoi strepitosi carini video tutorial su un progettino di cucito di medio-avanzato livello come una camicettina, un abitino o addirittura perchè no una giacchina autunnale, aspetto con trepidazione eheh;-)))
bacioni da Elena

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela!
Innanzitutto complimenti per il blog!
Mi sono comprata da poco la macchina da cucire,ho iniziato a fare qualche lavoretto semplice,tanto da imparare le cose basi...sono autodidatta,qualche giorno fa ho scoperto il tuo blog e devo ringraziarti davvero molto perchè con i tuoi filmati mi hai illuminato su molti passaggi!!
Grazie a te ho trovato il coraggio e nei prossimi giorni voglio iniziare un lavoro un pochino più complicato come una gonnellina!
Ti faccio tanti auguri di buon compleanno(anche se un po' in ritardo...)
un bacione
Chiara

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela! Questa nuova lezione che hai postato sul blog è molto utile! Io cucio da 2/3 anni e sono contentissima di aver trovato un blog inerente al cucito(ce ne sono pochissimi in italiano! e così specifici del settore forse nessuno!Brava!!).
Continua così. Aspetto di vedere qlk nuovo lavoro! ciao

Catia ha detto...

Ho una curiosità da chiedere che riguarda proprio la tensione del filo . Il tipo di stoffa che si adopra cioè se io adopro ad esempio la viscosa o un tessuto pesante come quelli invernali o un jeans la tensione si deve cambiare o è sempre la stessa quella che va da 3 a 5 Grazie per la risposta

Daniela ha detto...

Ciao Catia!

Hai ragione! La tensione del filo superiore deve essere modificata, e non è possibile stabilire una regola a priori ma bisogna fare prove sui ritagli di stoffa.
Orientativamente non mi aspetto variazioni drastiche, si tratta piccoli aggiustamenti intorno al valore intermedio.

L'unica regola che funziona veramente è quella dei punti ben formati che si vede nel video.

Il filo inferiore non lo toccherei.

Il fatto è che la casa costruttrice regola la tensione con un filo intermedio standard. Ovviamente per i nostri lavori scegliamo dei fili e degli aghi diversi dai loro e questo ha influenza sulla tensione.

Ciao
D.

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,
E' un piacere immenso trovare questo blog. Complimenti! Un solo puntino: io sono ancora più principiante!! Qualche consiglio sul tipo di macchina da comprare (non troppo costosa come inizio ma che almeno funzioni sui jeans)? :D Grazie in anticipo :)
Ledi

Daniela ha detto...

Sono felice che il blog ti piaccia. Dai... con un po' di impegno ce la farai anche tu...

Riguardo alla macchina, per il corso super principianti che hai visto, ho scelto appositamente di usare la mia macchina piccola, proprio perchè credo che sia la più adatta alle persone che stanno cominciando. Sai, io uso quella solo per i lavori semplici.

Secondo me proprio perchè stai cominciando è comunque importante che tu abbia gli strumenti giusti che non ti complichino la vita con inceppamenti, vibrazioni, punti saltati... perchè non sapresti come gestirli e ti scoraggeresti. Quindi è importante prendere già una macchina di buona qualità. D'altra parte, per parecchio tempo ancora non avrai bisogno di funzionalità troppo evolute, e quindi è inutile un investimento eccessivo. Io direi che una macchina meccanica è la soluzione migliore.

La mia è una Bernette 56. Ha tutte le funzionalità indispensabili per fare dei lavori di riparazione e i primi lavori di cucito. A differenza di altre marche più economiche, questa è particolare per la sua affidabilità e solidità. Te ne rendi conto subito se provi a prenderla in mano, perchè peserà il doppio delle altre. La sua meccanica è perfetta ed è tutta in metallo. Io mi ci sono sempre trovata molto bene.

Se poi il tuo budget te lo permette, io andrei sul modello 66, perchè ha il crochet rotativo che personalmente preferisco perchè ti dà la possibilità di fare punti larghi fino a 7mm. Adesso ti sembrerà inutile ma lo apprezzerai quando vorrai cominciare a fare le impunture con l'ago doppio. Non credo che la differenza di prezzo sia altissima.

Spero di esserti stata utile, tienimi aggiornata
A presto
D.

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,

grazie mille per il blog: mi hai aperto un mondo!!!
Volevo farti una richiesta: mi spiegheresti come si fa ad attare i nastri elastici all'interno dei polsini delle felpe ad esempio?

Grazie anticipatamente e ancora complimenti!
Alessandra

Anonimo ha detto...

Grazie Daniela......Devo farti i complimenti per la pazienza delle spiegazioni, la cura dei dettagli e per le immagini chiarissime.
Complimenti e spero mi sia utile, anche se non ho mai cucito, ne a macchina e ne a mano....spero di imparare, anche perchè credo di aver trovato una brava maestra!
Ciao.

Anonimo ha detto...

ciao,
perdona il disturbo, vorrei sapere cosa fare se nonostante abbia infilato il filo correttamente, abbia cambiato l'ago (3 volte!), ecc, ancora non riesco ad avere una cucitura lineare. Si creano infatti degli ochiellini sotto al tessuto ogni tanto che non so come eliminare. Puoi aiutarmi?
Grazie mille,
Valentina

Daniela ha detto...

Forse devi regolare la tensione del filo... o forse salti qualche passaggio :(

Se dopo qualche prova ancora non va ti consiglio di andare dal tuo rivenditore e farti aiutare da lui.

Ciao
Daniela

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,
il tuo blog è stupendo....quattro mesi fa ho comperato la mia prima macchina da cucire,mi sono fatta consigliare dal rivenditore è una Singer Curvy 8763.Cosa ne pensi?Ho già fatto dei piccoli lavori:come pieghe ai pantaloni e piccoli rammendi,sono abbastanza soddisfatta ma vorrei fare altro come gonnine o abitini semplici per il mare ma non sò da dove cominciare,non sò usare un cartamodello....puoi aiutarmi?Cosa devo fare?
Grazie Annalisa

Anonimo ha detto...

ciao Daniela
ho bisogno del tuo aiuto
devo cucire su pelle, fare delle decorazioni con la cucitura, tipo spirale , non hai delle dritte da darmi ? non riesco mai ad essere precisa . è solo questione di esercizio o esistono dei metodi particolari come l'uso delle guide nella cucitura dritta ? help me

Daniela ha detto...

Per la pelle ho dato qualche consiglio sui video per il puff dell'ikea.

Per le cuciture a spirale devi solo avere manualità.

Può aiutarti il sistema del free motion che vedi nel video della sciarpa.

Fammi sapere
D.

Claudia ha detto...

Ciao Daniela....
il tuo blog è veramente una fortuna per chi come noi.. ha tanta voglia di imparare!!!!
Posso farti una domandina?
Perchè quando cucio con la macchina da cucire... spesso mi esco il filo dall'ago? Ci sono volte che non faccio altro che cucire 2 cm e poi esce... e poi di nuovo e poi di nuovo....!!!
Un bacio e grazie ancora!

evetta però ha detto...

Sei davvero bravissima e tutto è straordinariamente ben fatto, soprattutto i tutorial. Grazie!
eva

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,
sono una ragazza di 20 anni che da un po' di tempo stava cercando un modo per rimanere al passo coi tempi senza essere schiava della moda e finalmente l'ho trovato. Non so quanto durerà la mia buona volontà di imparare a cucire, ma, ancor prima di iniziare sono già davanti a uno scoglio... l'unica macchina da cucire che esiste in casa è una necchi (bene, penserai tu) ma è degli anni '50 (sfogliando il manuale si respira molto l'aria del boom economico del secondo dopoguerra! Le signorine che fanno le pubblicità degli ultimi modelli sono davvero affascinanti!), quasi un pezzo da collezione!!! Insomma, è possibile imparare a cucire con una necchi bu supernova ultra mark 2??? Bisogna pure oliarla ogni volta prima e dopo l'utilizzo e si rischia pure che si surriscaldi il motore... consigli?
Grazie,
S.

Daniela ha detto...

Ciao S,
secondo me se cominci così rischi di scoraggiarti molto presto sempre alle prese con problemi tecnici.

Ti assicuro che spendere dei soldi in una macchina da cucire è sempre un guadagno. Pensa a quante cose puoi farti. Con 5-10€ di stoffa riesci a fare dei capolavori, pensa quanto ti costerebbe comprarli. In pochissimo tempo ti ripagherai dell'investimento.

In bocca al lupo
D.

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela, complimentissimi per il blog!
Io è qualche anno che cucio amatorialmente, da autodidatta, con una singer elettronica che mia mandre ha comprato 30 anni fa pagandola una fortuna e che non le ha mai dato problemi. Ora ho bisogno di una macchina mia, che sia in grado di soddisfare le mie necessità: dalla seta alla pelle (non spessissima). Sto cercando di far evolvere il mio hobby in qualcosa di più serio (e remunerativo magari..), e ho bisogno di una macchina affidabile, solida e precisa (ora ho una singer meccanica presa usata che cuce da schifo..).
Hai qualche consiglio utile? Ho un discreto budget, ma non vorrei nemmeno spendere un patrimonio per qualcosa che poi non userei in pieno..

Grazie in anticipo, e ancora complimenti, penso che il tuo diventerà il mio blog preferito!

Eugenia

Daniela ha detto...

Ciao Eugenia,
io ho avuto la tua stessa necessità ed ho scelto di prendere una Bernina. Mi trovo benissimo e i risultati sono sempre all'altezza delle mie aspettative. Trova un rivenditore che te la sappia spiegare bene.

In questi giorni mi è capitato di avere per le mani una macchina di una mia alunna della stessa fascia di prezzo ma di un'altra marca (stra nota e stra blasonata). Ti assicuro che non cambierei la mia per quella neppure per una settimana. Pezzi in plastica ovunque e programma computerizzato traballante.

La mia non mi ha mai dato problemi.

Fammi sapere
A presto
D.

Anonimo ha detto...

CIAO DANIELA!
COMPLEMENTI...ALLORA UNA BUONA MACCHINA CHE FA ANCHE I JEANS SAREBBE BERNETTE 56 ò 66?

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela!
volevo ringraziarti per il tuo blog, grazie ad esso ho messo a frutto un corso di taglio e cucito che ho frequentato, e che mai e poi mai pensavo di sfruttare.
Adesso non dico di essere una artista ma mi arrangio bene, talmente bene che penso di cambiare la macchina per cucire per dare sfogo alla mia creatività (patchwork, decorazioni ecc.)

sono andata alla fiera "Abilmente" a Vicenza e mi hanno proposto diverse macchine, ma adesso non so proprio come orientarmi.
Mi hanno proposto delle Brother: la innov-is 350 con 294 punti ti sembra una buona macchina? oppure puoi suggerirmi tu una macchina che purchè valida e più o meno con le stesse caratteristiche? non mi serve una macchina professionale.
vorrei spendere al massimo 800 euro.
se tu potessi aiutarmi saresti davvero gentile.

Grazie mille e scusami per il disturbo. Paola

Bruna ha detto...

MITICA!!! Devi sapere che mi è stata regalata una macchina da cucire e, con le istruzioni alla mano, MI SEMBRAVA UN' ASTRONAVE! Poi fortunatamente ho trovato le tue mitiche istruzioni, e per lo meno sono riuscita a infilare l'ago e fare i primi punti su vecchi stracci!
Vedremo dove arriverò... speriamo in bene! Grazie, i tuoi video sono veramente chiari!
Bruna

Anonimo ha detto...

ciao Daniela! complimenti per il tuo sito! Ti scrissi un po' di tempo fa chiedendoti un consiglio su quale macchina comprare, l'ho seguito, ho preso un bernette 66. è molto solida, bella, e ha un bel po' di funzioni,sono contenta! però ho delle difficoltà che non riesco a risolvere, non mi fa il punto dritto bene, a volte salta qualche punto, ho provato tutte le combinazioni come regolazione tensione, ecc.
Poi provando a fare il punto zig zag, festone, ecc , mi sono accorta che la macchina mi fa il dritto al posto del rovescio e viceversa, cioè sotto mi dà il dritto e sopra il rovescio! è un macello, anche perchè il punto festone mi serve come decorativo!
puoi per favore darmio un consiglio su cosa fare? è normale che faccia così? ti ringrazio in anticipo!
ciao manuela

Daniela ha detto...

Per il fatto che ti salta i punti, sicuramente è un problema di ago. Prova a metterne uno adatto alla stoffa che stai cucendo! Grosso per stoffe grosso, sottile per stoffe sottili, poi ci sono per il jersey, la microfibra, la pelle, il jeans. Insomma non dipende dalla macchina!

Per il fatto che fa i punti rovesciati, mi pare la cosa più strampalata che si possa pensare. Non è possibile, assolutamente no! Devi regolare bene la tensione del filo. Se la macchina è nuova andrà bene un valore intermedio.

Buon lavoro
D.

Anonimo ha detto...

grazie mille! ok, provo a cambiare ago.
proprio in questo momento sto provando di tutto, ma mi fa sempre i punti rovesciati! non sarà un difetto della macchina? ora in particolare sto cercando di fare delle decorazioni con il punto festone.me lo fa proprio al contrario.
ciao, grazie, manuela

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,
questa mattina ho portato la macchina al negozio dove l'ho comprata, l'ha provata e anche la signora ha confermato che è molto strana questa macchina, dice che deve sentire un tecnico in sede per chiedere se sia opportuno verificare il bilanciamento della macchina, infatti me la vado a prendere domani (già mi manca.... :-) ). ha provato varie tensioni, ma niente da fare,magari il punto lo fa abbastanza bene, ma sempre al contrario.. persino il punto zig zag. Subito pensava che fosse solo per il punto festone, ma quello poteva essere normale, perchè sulle istruzioni abbiamo letto che il punto festone per lei è punto quilting e la macchiana cuce al contrario apposta, ma questo non poteva certo valere per tutti gli altri punti, zig zag compreso...
Non sono mica tanto contenta di questa cosa....
Ho pensato che se, come hai detto, ti trovi molto bene con la bernette 56 e hai tutta l'esperienza per potere giudicare se una macchina funziona bene, non dovrei avere certro problemi, spero che si risolva molto presto....
Buon pomeriggio
Manuela

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,
questa mattina ho portato la macchina al negozio dove l'ho comprata, l'ha provata e anche la signora ha confermato che è molto strana questa macchina, dice che deve sentire un tecnico in sede per chiedere se sia opportuno verificare il bilanciamento della macchina, infatti me la vado a prendere domani (già mi manca.... :-) ). ha provato varie tensioni, ma niente da fare,magari il punto lo fa abbastanza bene, ma sempre al contrario.. persino il punto zig zag. Subito pensava che fosse solo per il punto festone, ma quello poteva essere normale, perchè sulle istruzioni abbiamo letto che il punto festone per lei è punto quilting e la macchiana cuce al contrario apposta, ma questo non poteva certo valere per tutti gli altri punti, zig zag compreso...
Non sono mica tanto contenta di questa cosa....
Ho pensato che se, come hai detto, ti trovi molto bene con la bernette 56 e hai tutta l'esperienza per potere giudicare se una macchina funziona bene, non dovrei avere certro problemi, spero che si risolva molto presto....
Buon pomeriggio
Manuela

Anonimo ha detto...

scusami Daniela, per sbaglio ho pubblicato due volte il mio commento....scusa per l'ingombro, cerco di cancellarlo!

Duskola ha detto...

Ciao Daniela,

volevo unirmi anch'io ai complimenti per i tuoi video, fanno veramente sembrare tutto semplicissimo. E' da alcune settimane che sto pensando di avvicinarmi a questo hobby, anche se mia madre, "possessora" di una Vigorelli dell'82 che giace inutilizzata nell'armadio ormai da vent'anni, mi sta sconsigliando vivamente di imbarcarmi in qualcosa di così impegnativo nel mio (poco) tempo libero. Inoltre non ho molto spazio nella mia camera per appoggiarmi, e la sua Vigorelli è veramente enorme e pesantissima. Per ora pensavo di dedicarmi a piccoli lavoretti (creazione di pupazzi, borsette, gadget vari), per cui, dati gli impedimenti di tempo e spazio, pensavo addirittura di rinunciare alla macchina per cucire per dedicarmi al cucito a mano (quand'ero piccola, mia sorella mi ha prodotto alcune bambole con questa tecnica, intere ancora oggi). Però la cosa non mi convince del tutto, in realtà la mia "ambizione" è arrivare a creare semplici capi d'abbigliamento ed accessori per me stessa e per gli altri. Insomma, sono ancora molto confusa! A questo proposito volevo chiederti un consiglio, come hanno fatto già in molti :), su quale macchina da cucire scegliere eventualmente: vorrei che fosse la più piccola e leggera possibile, e veloce da "smontare" :D
Ho letto su Internet che ci sono delle mini-macchine da cucire, ma non mi convincono, anche se come dimensioni sarebbero meravigliose: alla bisogna, track, le si tira fuori tipo pistola! Che tu sappia, non ce ne sarebbe una di quel tipo, ma decente?

Ti ringrazio in ogni caso per la chiarezza dei video, mi stanno facendo venire sempre più voglia di imparare! :)


Aurora

feipu ha detto...

è la prima volta che visito il tuo blog stupendo. ho fatto un corso ma mi hanno in un certo senso truffata. solo per insegnarmi a mettere il filo nella macchina da cucire ci sono volute 2 lezioni per un totale di 4 ore ....lei non ti dico il costo ! tu sei stupenda il tuo blog è stupendo spero di imparare a cucire con te . sono entrata con l intenzioni di imparare ad usare i carta modelli .speriamo bene...ho una bimba ora vorrei fargli qualcosa io con le mie mani grazie mille. hai una bella voce e spieghi molto bene complimenti

Anonimo ha detto...

Cara Daniela,
grazie mille per le tue lezioni! ho ereditato 2 giorni fa una macchina da cucire, non ne avevo mai vista una prima... ora grazie a te sono riuscita a farla andare!SEI UN MITO!!!
Nioletta, Milano

Vanessa. ha detto...

Ciao Daniela,
un 'occhiata al video ,due volte infilata la macchina e via...cuce,cuce e cuce !Da non credere!
Grazie.

@ng. ha detto...

Ciao! Complimenti per il tuo sito e per il tuo lavoro. Mi hanno regalato una singer 2250 e sto rinfrescando un pò la mia memoria facendo semplici lavoretti e prove di cucito. Una cosa però non mi riesce. Non riesco a far uscire i lpunto festone. Mi viene troppo rado... Uffa! Già ci avevo fatto la bocca!!! Sto impazzendo da due giorni. Dipenderà dal tipo del filo? Dall'ago? Dalle tensioni???
AIUTO ti prego!!!

Grazie

Angela

Daniela ha detto...

Ciao Angela!

Per il tuo punto festone... puoi regolare la lunghezza del punto. Dovrebbe essere minore, se lo vuoi fitto fitto deve essere compresa tra 0 e 1.

Se già è così, l'ago fa tutti i punti, ma poi l'effetto è troppo rado allora potrebbero essere dei punti saltati. In tal caso cambia l'ago e mettine uno più adatto al tuo tessuto.

Inoltre è utile usare uno stabilizzatore o della teletta termoadesiva sul retro della stoffa per avere un punto più pieno e regolare.

Un saluto
D.

Anonimo ha detto...

ciao pure a me all'improvviso la macchina singer dopo anni oggi fa i punti al contrario !! il dritto viene sotto e sopra viene il retro!! Aiuto ke devo fare?? :(

Mimma ha detto...

Ciao Daniela, volevo sapere quando va sostituito l'ago, grazie sei veramente mitica.

Daniela Santilli ha detto...

Ciao Mimma,
va sostituito ogni volta che effettui la manutenzione della macchina, cioè una volta a settimana se ci lavori ogni giorno, una volta al mese se la usi meno.

Sto per pubblicare nei prossimi giorni un interessantissimo tutorial proprio su questo argomento, tenuto dal sig. Giorgio Efficace.

A presto
D.

Mimma ha detto...

Grazie Daniela, infatti seguirò il tuo consiglio, uso la macchina praticamente ogni giorno, sono una sarta però è interessante avere dei consigli, questo sito mi piace lo trovo veramente interessante, spieghi il tutto con una grande semplicità, avvolte vedo i tuoi tutorial mitici. Vedrò sicuramente il tutorial che pubblicherai del sig. Giorgio Efficace. Nella vita è bello sapere sempre di più . Ciao Daniela a sentirci a presto.

Francy ha detto...

Ciao Daniela,

mi è stata regalata una macchina da cucire e finalmente ho lo spazio e il tempo per dedicarmi al cucito! L'unica cosa che mancava era proprio un aiuto per iniziare, dato che mi considero una super principiante! XD
Grazie mille davvero per i video e le spiegazioni, sei molto in gamba!

Anonimo ha detto...

GRAZIE mi hai salvata!! ho regolato da sola la vitarella e ora cuce una meraviglia!!!!

Daniela Santilli ha detto...

Evviva!!! Merraviglie di una vitarella!

D.

patrizia d'amato ha detto...

ciao Daniela...buongiorno.,,,ho iniziato a cucire per caso, perche' ho trovato una macchina per cucire in'offerta e ho deciso di comprarla...con l'aiuto di un'amica sono riuscitra a capire come funzionava, ma ora ho un problema grande....il filo si spezza di continuo e non riesco ad andare piu' in la di qualche centimetro....cosa puo' essere...ci tengo a precisare che mettendo una cerniera si e' pezzato l'ago e ho dovuto cambiarlo...credo di averlo messo correttamente con il lato schiacciato dietro.....AIUTAMI TI PREGO..... ti ringrazio anticipatamente...
aproposito...ho notato che porta un'ampollina con dell'olio...ma ogni quanto tempo si mette e dove????

Daniela Santilli ha detto...

Ciao,
prova a leggere questo articolo: http://scuoladicucito.blogspot.com/2008/06/grovigli-di-filo.html

Inoltre ho appena postato 5 video per la manutenzione della macchina. Lì vedi dove devi mettere l'olio.

Un saluto
D.

Anonimo ha detto...

Ciao Daniela,
grazie per lo stupendo blog che hai messo su,e tanti complimenti!!!
Avrei bisogno di chiederti consigli riguardo i cartamodelli: (sono una principiante) nel guardarli mi sento molto spaesata ed ho sentito quindi la necessità di ricorrere al tuo aiuto :D hai consigli???
Grazie per la tua disponibilità, a presto!
Ania

chiara bonazzi ha detto...

Tutto molto interessante, grazie.
Vorrei chiedere un aiuto: da ieri, si spezza il filo superiore ogni volta che tento di cucire qualcosa. Che posso fare?
Grazie. Ciao.
Chiara

chiara bonazzi ha detto...

Tutto molto interessante, grazie.
Vorrei chiedere un aiuto: da ieri, si spezza il filo superiore ogni volta che tento di cucire qualcosa. Che posso fare?
Grazie. Ciao.
Chiara

patrizia ha detto...

brava, grazie, sono una super-principiante e non so come avrei fatto senza di te. Con la tua guida non ho più timore di dimenticare qualcosa

Anonimo ha detto...

ciao dani grazie per i consigli molto utili :volevo chiederti ho una singer 6720 quella che si carica il filo senza estrarre la bobina ,non mi lega piu il filo con quello di sopra in piu il filo sotto si aggroviglia e poi si spezza mi potresti aiutare GAZIE

Posta un commento

Grazie per voler inserire un commento! Ci tengo molto!

Un saluto
Daniela