sabato 26 dicembre 2009

Il trapunto a macchina (free motion quilting)

Le altre puntate



Inizio a lavorare!
In questo video c'è giusto una breve introduzione al quilting (in italiano si traduce "trapunto"). E' un mondo molto ampio e variegato. Facendo ricerche su internet, chi non lo conosce già, scoprirà un mondo nuovo e interessantissimo.

Con questa tecnica preparo un tessuto double face rigido e resistente al calore che poi userò per i miei accessori.
E' interessante vedere come da 3 tessuti molto morbidi se ne ottenga uno rigido facendo solo delle impunture. Non c'è stato bisogno infatti di alcun supporto. Inoltre facendo punti più fitti il tessuto risulterà più rigido, con punti grandi invece rimarrà più morbido.

Io vi faccio vedere come realizzare il più semplice trapunto a macchina. Elimino il trasporto e utilizzo la macchina in free motion. Posso muovere la stoffa in ogni direzione e realizzo delle piccole curve che non si intersecano mai.

E' un'attività molto rilassante da fare con pazienza anche con la tv accesa, l'importante è non mettere le dita sotto all'ago! Mi raccomando! ;)

Largo alle prove!
D.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bello! Ma secondo te si riesce a ricamare in free motion senza il piedino da ricamo? Io ho una Necchi 6100, non è in dotazione...
Ciao e grazie per lo splendido blog, Paola
P.S. Auguroniiiii!!!!!

La Suntina ha detto...

Buongiorno Daniela, i tuoi consigli e i tuoi video sono sempre utilissimi. Ci voleva proprio un bel sito come il tuo, per chi, come me, è un po' imbranatella... Colgo l'occasione per farti tantissimi auguri di buone feste, e se passi dal mio blog c'è un piccolo pensiero.
Roberta

Daniela ha detto...

Grazie ragazze!

Ho provato a fare il free motion senza piedino, perchè anche mia mamma non ce l'ha e mi ha detto che si può fare snza mettere nulla... poi ho pensato:"In effetti non è che il piedino prema sulla stoffa".

Il risultato comunque non è stato buono e dopo 3 cm sono tornata a montarlo. Il problema principale era che l'ago entrava nella stoffa e poi quando tornava su non riusciva ad uscire e la sollevava.

Sicuramente dipende dalla stoffa usata e dall'imbottitura. Magari con altre stoffe con trama più larga non succede.

Forse ci si può aiutare con qualcosa per tenerla giù, però mi pare complicato visto che le mani sono impegnate a muovere la stoffa.

Comunque il piedino per free motion è disponibile per tutte le marche. Se vuoi usare questa tecnica solo una volta tanto per provare... magari ti arrangi senza piedino... poi se ti piace te lo prendi!

Un saluto
D.

Daniela ha detto...

Ciao Roberta,
ti ringrazio tanto per il pensiero :)

Spero non ti dispiaccia il fatto che non rigirerò il premio... fai conto che l'abbia fatto.

Un abbraccio
D.

nella ha detto...

Ciao Daniela,complimenti per i consigli che ci dai soprattutto sul free motion, io sono alle prime armi...ma vedendo i tuoi video sto capendo qualcosa in più. Intanto ho scoperto di avere il "piedino" che c'è nel video,apparteneva ad una vecchia necchi che ancora utilizzo,la cosa che desideravo chiederti : fatto il primo giro di free motion,il secondo da dove si inizia considerato che tutti i disegni ottenuti non si incrociano mai? Ti ringrazio e BUON ANNO!

Anonimo ha detto...

Ciao seguo il tuo blog e mi sono iscritta a un corso di moda......
La macchina che ho (di mia mamma) è una singer...piuttosto normale e di base....mi chiedevo dove posso acquistare il piedino free motion?
Alice

ronfotto ha detto...

ciao daniela, purtroppo il piedino non è disponibile per tutte le marche per la mia emerald 116 ad esempio non c'è e non so come fare. Se lo avessi saputo prima forse avrei preso un'altra macchina. Ora devo trovare un modo per trapuntare a mano senza quel piedino? cosa potrei usare secondo te? grazie molte
Federica

Posta un commento

Grazie per voler inserire un commento! Ci tengo molto!

Un saluto
Daniela